Progetto Parco-Rifugio

16,00

a cura di Christina Conti, Nicla Indrigo, Bruno Stefanon

 

Il volume raccoglie i risultati degli studenti del Corso di Studi Architettura, DPIA, Università degli studi di Udine, che hanno partecipato ad un workshop indirizzato a produrre spunti di riflessione e idee di progetto per il parco del nuovo Parco Rifugio della Sezione di Udine dell’Ente Nazionale Protezione Animali – E.N.P.A. – in fase di realizzazione con la donazione della Fondazione F&F Foundation in memoria di Franco Faccin.

Disponibile

Progetto Parco-Rifugio

Tipologia Raccolta di saggi

Genere  Saggistica/Didattica

ISBN 978-88-32050-43-1

Edizione marzo 2020

Lingua Italiano

Formato 14,8 x 21 cm

Pagine 228

Stampa Colore CMYK

Rilegatura Brossura filo refe

l volume raccoglie i risultati degli studenti del Corso di Studi di Architettura, Dipartimento Politecnico di Ingegneria e Architettura dell’Università di Udine, che hanno partecipato a un workshop svoltosi nell’anno accademico 2018-2019 indirizzato a produrre spunti di riflessione e idee di progetto per il parco del Parco Rifugio della Sezione di Udine dell’Ente Nazionale Protezione Animali – E.N.P.A. – in fase di realizzazione con la donazione della Fondazione F&F Foundation in memoria di Franco Faccin; un parco inclusivo per i cittadini e i loro animali, un luogo comunitario dove “stare e fare” attività formative, di svago e culturali con gli animali, insegnando “a loro” e imparando “da loro”. Un obiettivo meritevole di attenzione del più ampio progetto Parco Rifugio dell’E.N.P.A. di Udine che individua nella valorizzazione degli animali una potenziale occasione di riduzione della permanenza in rifugio di quelli adottabili, cani e gatti esclusi dalla realtà domestica quale condizione propria della loro esistenza. Un progetto avanzato, che si sta realizzando grazie all’impegno di molti attori coinvolti, con la partecipazione di tanti volontari e benefattori e il coordinamento della presidente della Sezione di Udine Elena Riggi.

Il valore aggiunto di questa breve esperienza didattica, che si è svolta in sole due giornate, è l’aver ragionato con gli studenti sul significato di “inclusione” e di “integrazione” e sugli opposti “segregazione” ed “esclusione” sulla base dei principi di una progettazione accessibile attenta ai bisogni, anche quelli speciali, meno evidenti e spesso inespressi dei fruitori di beni, spazi e servizi. Ciò ha comportato per gli studenti approcciarsi al progetto con una visione centrata non più solo sui bisogni delle persone ma anche su quelli degli animali domestici in una dimensione collettiva di persone e di animali che, nelle loro specificità e differenze, agiscono singolarmente e tra loro in relazione. Su questi temi è stato fondamentale il confronto con l’esperienza di Bruno Stefanon del Dipartimento di Scienze Agroalimentari, Ambientali e Animali dell’Università di Udine (che ha avuto anche il ruolo istruttorio di connessione tra “studenti di architettura e E.N.P.A. di Udine”) e il coinvolgimento, a diverso titolo, dell’Associazione del Disegno Industriale ADI FVG, del Centro Regionale di Informazione sulle Barriere Architettoniche CRIBA FVG, dell’Arch. Carlo Mingotti, progettista del nuovo Parco Rifugio di Udine, e del Corso di Studi di Architettura nella persona del coordinatore Giovanni Tubaro e dei docenti coinvolti nel workshop, Christina Conti, Nicla Indrigo, Livio Petriccione e Francesco Steccanella.

COD: PPR_CON Categoria: Tag: , , , ,
Updating…
  • Nessun prodotto nel carrello.