Esportare la ricostruzione

10,00

di Emilio Antoniol e Rossella Villani

 

“La ricerca Esportare la Ricostruzione – componentistica innovativa e nuovi mercati per il sistema produttivo veneto finanziata dal Fondo Sociale Europeo, con la partnership di I Barbon e FabCube, ha affrontato il difficile tema di individuare soluzioni costruttive innovative in ambito nazionale e regionale che abbiano effettive possibilità di applicazione ed esportazione in ambito MENA (Medio Oriente e Nord Africa), regione caratterizzata da peculiarità molto marcate e, per molti aspetti, differenti da quelle venete”

 

Disponibile

Esportare la ricostruzione

Innovazione e nuovi materiali per la ricostruzione post bellica nella MENA region

Tipologia Monografia

Genere  Saggistica

Collana  Urbicide

ISBN 978-88-32050-41-7

Edizione settembre 2019

Lingua Italiano

Formato 14,8×21 cm

Pagine 123

Stampa Colore CMYK

Rilegatura Brossura filo refe

Questo volume è frutto dell’impegno degli assegnisti che hanno lavorato al progetto FSE “Esportare la ricostruzione” finanziato dalla Regione Veneto e proposto da Università Iuav di Venezia con l’appoggio di I BARBON, 3DAD, Bclever, FabCUBE e Metàlogos. La scelta di presentare il lavoro di due giovani ricercatori in un evento pubblico (tenuto in data 18 settembre 2019 presso il museo M9 di Mestre) e tramite carta stampata (il presente volume) è frutto del desiderio di coniugare gli obiettivi della ricerca accademica con gli interessi delle molte imprese coinvolte, che ringraziamo tutte, a partire da quelle che hanno appoggiato e fortemente supportato gli assegnisti durante un anno di lavoro. In secondo luogo, ma non di secondaria importanza, vi è la scelta di “stratificare” l’impegno degli assegni FSE all’interno di un ambito di ricerca più ampio, che ha radici in anni di lavoro di Iuav prima nell’ambito della definizione di sostenibilità ambientale in relazione alla durata dell’architettura e poi nella costituzione del gruppo di lavoro Urbicide Task Force, che vanta una serie di ricerche interdisciplinari e di sperimentazioni didattiche importanti (sono da ricordare i W.A.Ve. del 2017) oltre ad offrire supporto e consulenza ad organizzazioni importanti quali la World Bank.

La ricerca ha individuato alcuni focus tematici su cui concentrare l’analisi e sei strategie tecnologico-costruttive per la ricostruzione in area MENA.

Gli ambiti tematici individuati per la ricerca sono cinque:
– gli urbicidi, intesi come la distruzione di città e villaggi a seguito di eventi bellici;
– i suoli, intesi come fonte primaria di risorse locali e abbondanti;
– la scarsità idrica, intesa come principale fattore limitante allo sviluppo della regione;
– l’agricoltura, intesa come settore trainante per la ripresa dell’area MENA;
– l’innovazione, un tema più generale e trasversale a tutti i focus precedenti in quanto cruciale per lo sviluppo di un’economia sostenibile ed efficiente.

Ai cinque ambiti tematici fanno riferimento le sei strategie tecnico-costruttive sviluppate nella ricerca. Ogni strategia fa riferimento a un sistema tecnologico specifico ma allo stesso tempo è integrabile con le altre strategie in relazione a specifiche condizioni di contesto, ambito di applicazione e destinazione d’uso.  Le strategie non sono infatti da intendersi come proposte progettuali applicative quanto piuttosto come soluzioni generali da adattare e specificare, nelle stratigrafie e nelle prestazioni, in relazione al singolo caso di progetto.
Ogni strategia risponde inoltre a uno o più dei “Key Topics” introduttivi, dimostrando come l’innovazione e la sperimentazione possano offrire soluzioni efficaci per la ricostruzione.
Infine ogni strategia fa riferimento a un sistema tecnologico-produttivo individuato in ambito italiano ed “esportabile” in ambito MENA per il processo di ricostruzione. Nel perseguire le finalità espresse dalla ricerca FSE sono infatti state individuate una serie di best practices, a livello aziendale e produttivo, di soluzioni tecnologiche o costruttive che potessero trovare applicazione in ambito MENA pur essendo state sviluppate in Italia e in particolare nel Veneto. Ogni best practice viene presentata a seguito della strategia proposta mediante una scheda di approfondimento che descrive l’azienda e la sua produzione, evidenziandone le peculiarità volte a rendere la soluzione efficace per l’applicazione anche in area MENA.

Progetto “Esportare la Ricostruzione – componentistica innovativa e nuovi mercati per il sistema produttivo veneto”
Codice Progetto 2122-12-11-2018. Programma Operativo Regionale Fondo Sociale Europeo 2014-2020 – Obiettivo generale “Investimenti in favore della crescita e l’Occupazione – Reg. 1304/2013 – Asse I Occupabilità – “La ricerca a sostegno della trasformazione aziendale – Innovatori in azienda Delibera della Giunta Regionale n. 11 del 5 gennaio 2018

 

Updating…
  • Nessun prodotto nel carrello.